SEMPRE E PER SEMPRE SULLA PELLE: I TATTOOS CHE AMO

Credo che a tutti e tutte sia capitato, almeno una volta nella vita, di avere un desiderio (lieve o irrefrenabile), di incidere qualcosa di significativo sulla pelle e realizzare un tattoo. Alcuni lo avranno accantonato per numerse ragioni, altri lo avranno portato a termine. Scrivere sulla pelle,  tatuarsi un simbolo oppure una frase per sempre sul corpo, può fare tanta paura. Per mille ragioni. Prima fra tutte credo sia il fatto che si debba fare i conti con quel simbolo disegnato tutti i giorni; poi il fattore paura (del dolore fisico a cui spesso si va incontro, di eventuali reazioni all’incisione, del fatto che il tattoo possa uscire non come lo aspettavamo o disegnato ed inciso grossolanamente). E, non ultimo, il fatto che rimanga con noi e su di noi per sempre.

tiny_tatoos5

Quindi bisogna innanzitutto fare chiarezza su cosa tatuare (il che può sembrare banale, ma molti decidono di fare un tatuaggio spesso per capriccio e non per vera convinzione e poi se ne pentono. Io sono della corrente che si debba essere convinti, anzi più che convinti. Che bisogna avere qualcosa di estremamente personalizzato, quindi meditato e, sopratutto, sentito. Con questi piccoli accorgimenti il tatuaggio non verrà rinnegato mai: anzi lo si amerà a vita e non peserà affatto averlo sempre davanti agli occhi o comunque inciso su una parte del nostro corpo PER SEMPRE. Farà continuamente parte di noi, come un arto, come un organo. Credo che i migliori tatuaggi, specie per le donne, siano quelli di personalità, ma discreti. Vedere una donna tatuata dalla testa all’ultima punta dei piedi, di certo non è il massimo della bellezza per me. Tantomeno vedere anche pochi, ma enormi tattoos che rovinano seriamente il corpo piuttosto che abbellirlo e disegnarlo con cura. Io sono molto propensa alle incisioni senza colore: il nero non stanca mai ed è anche il meno tossico tra i colori per la pelle.  Da sempre ho amato le scritte sulla pelle:che siano stilizzate, disegnate a mano libera o che racchiudano significati profondi, sono e rimangono le mie preferite. Le trovo eleganti e simboli di ciò che sentiamo, che siamo.

momis-tattos

Ho fatto il primo tatuaggio a Londra, anzi a Brighton, nel 2009. Quella è stata una decisione di pancia, lo volevo da tanto ma non ne avevo coraggio. Ho tatuato una piccola stella sul polso. Dopo un anno di scelte cruciali, era ora di rinascere ed io lo feci così. Con una piccola stella che è stata sempre il mio simbolo di “rinascita e di vita rinnovata”. L’ho amata da subito- sebbene i tatoos molto piccoli sono i più difficili da fare perché bisogna prestare attenzione a non disperdere il colore sui contorni– cosa che mi è successa non subito, ma dopo qualche tempo, ahimè ed ora non è proprio perfetto- .

Il secondo, subito sotto la STELLINA, è stato un tattoo che voleva andare a completare e chiudere quello fatto un anno prima. Ho deciso di tatuarmi una scritta tratta dalla filosofia Buddhista -che ho sempre amato e studiato con passione- : il fiore di loto,  simbolo di vita. Rimane l’unico fiore che cresce sul fango, anzi nel fango e che nonostante ciò è un fiore di rara bellezza (oltre ad essere la base su cui è seduto Buddha in molte iconografie Buddhiste, quindi il fiore “prescelto”). Non ho mai rinnegato i miei tatuaggi, sebbene ad oggi non li trovo perfetti nei contorni, ma un rimedio c’è!…

Per me restano il mio segno di distinzione, una parte di me, racchiudono i miei pensieri e le mie esperienze (parte!). Per me rimangono bellissimi! Tutto questo per dire che sono pronta per il mio terzo, e, cercando sul web, sempre partendo da mie idee di base, ho raccolto qualche foto ispirazione per poterlo finalmente fare.Questo sarà a metà tra simbolo e scritta stilizzata. Inutile dire che dobbiamo scegliere centri PULITI e tatuatori ACCREDITATI, oltre che persone fidate, bravi disegnatori e seri professionisti. Vi lascio , quindi alla mia  piccola gallery di idee. Spero ispirino anche voi!

xoxo Momi.

tiny_tattos4

tiny_tattos3

tiny_ttoos8 tiny-tattos_1

Foto-ispirazione: PINTEREST.COM

Inspiration pics: PINTEREST.COM

Tags from the story
,
More from Mariangiola

Fashion loves London: puro streetstyle

Quando penso a Londra, mi viene in mente uno dei periodi della...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *