IDEE PER IL SUO NIDO

Ecco che arriva la parte più bella di questa attesa: l’organizzazione degli spazi dedicati al bebé e, con loro, tutta una serie di scelte che daranno modo alla creatività e fantasia di svilupparsi nel modo migliore, tra praticità, buon gusto e romanticismo.

Sicuramente, quella del nostro piccolo, sarà una stanza tra terra e cielo perché dovrà rispecchiare i gusti di entrambi i genitori: da un lato l’importanza di rimanere ben saldi al terreno-lui- scegliendo oggetti pratici e,  dall’altra, l’esigenza irrefrenabile di portare nella sua stanza un pezzo di cielo -lei- …

A tal proposito, personalmente ho sempre amato le stelle e penso che siano un soggetto da decorazione universale: maschietto o femminuccia che sia, si possono utilizzare senza grossi problemi. Quello che mi sta capitando con questa prima gravidanza è che sto prediligendo molto i colori neutri andando al di là degli stereotipi di colore che rimangono comunque molto radicati perché “da che mondo e mondo è sempre stato così” dicono; celeste per i baby boy, rosa per le baby girls. Probabilmente, alla fine anche io utilizzerò i toni di celeste o blu, ma di sicuro, non saranno i principali protagonisti.

(A tal proposito un riferimento valido sarebbe la lettura del  testo di Loredana Lipperini “Ancora dalla parte delle bambine” che analizza il fenomeno già sollevato tempo addietro, negli anni ’70, da Elena Giannini Belotti di come, cioè,  già da piccole le bambine vengano educate alla docilità e alla remissività anche tramite l’utilizzo di determinati stereotipi tra cui i colori. Idem per i bambini, sempre pronti a reagire,  machi e maschilisti.

Il neutro (grigio, bianco, beige o tortora) non è da considerarsi un non colore, come mi hanno fatto notare in molte-molti, non vuole rimanere vago o senza identità anzi per me, semplicemente rappresenta un mondo che non stufa  facilmente, rimanendo pur sempre elegante e quindi eterno.

Di sicuro eviterò colori estremamente forti come il giallo, il verde acceso l’arancio, il rosso...  non mi sono mai piaciuti e penso che siano colori poco riposanti ed aggressivi. Per organizzare la sua cameretta si dovrà partire dal primo luogo dove il bimbo dormirà: per i primi tempi, sicuramente utilizzerò la culla di quando ero bambina, la stessa che la mia mamma ha conservato per molti anni con estremo amore, facendola arrivare quasi nuova a me.

La vedete come immagine di copertina dell’articolo – anche se in origine era color legno naturale, ma per esigenze di stile l’ho dipinta di bianco- . Per ora è vuota, nel senso che la dovrò leggermente imbottire per non lasciarla del tutto scarna- sto aspettando un’ ispirazione valida per farlo, ma arriverà…!-. Quando sarà più grandicello, poi, di sicuro servirà un lettino, di quelli di legno con le doghe, sempre bianco sicuramente, da utilizzare anche fino ai 3 anni. Anche quello ancora da prendere, per la verità. Per ora sto ancora raccogliendo idee in modo da comprare oggetti con quella sicurezza tale da non volerne altri o diversi una volta presi.  Angoli della stanza, idee per il fasciatoio, storage e cassetti… tante idee anche per piccoli spazi…

Intanto vi lascio alle ispirazioni pratiche e decisamente particolari, che ho raccolto su Pinterest. E, a breve,  di sicuro vi porterò con me per farvi vedere come ho imbottito la culletta e come avrò organizzato il suo dolce nido!

 

xoxo Momi

 

 

 

PICS VIA PINTEREST.COM

 

More from Mariangiola

PICCOLA PERLA NERA

"See a pearl form, a diamond in the rough/See a bird soaring...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *