SIAMO ALBE E SIAMO TRAMONTI: ARRIVEDERCI 2017

Arrivederci 2017.  Ogni anno porta con sé qualcosa di speciale,  qualcosa per cui gioire o ricordare. A volte la gioia può tramutarsi in tristezza. Può accadere di perdere pezzi di cuore per strada, strappati all’ultimo sole del giorno. O al primo, come è successo a noi quell’alba di Gennaio scorso, quando mamma se ne è andata in punta di piedi e noi l’ abbiamo stretta fortissimo per l’ultima volta. Sì. Tutto può capitare e quest’anno mi ha insegnato proprio questo. Che bisogna tenere ben strette le cose belle finché le possediamo e gioire delle piccole cose, che sono, come ho sempre scritto, anche le più grandi. Amare chi ci sta intorno  e c’è ancora con sincero affetto senza lesinare abbracci, parole dolci, gesti affettuosi. Ho imparato che bisogna vedere col cuore e lasciare a riposo la testa, perché per quanto possa viaggiare più veloce del cuore, non potrà mai vivere senza di esso: se il cuore cede, anche la testa cede. Ho imparato che c’è vita finché ogni arto del nostro corpo ha una reazione, perché vuol dire che sente. Ho imparato che è vero quello che ci dicono di continuo: le giornate non sono infinite e per questo dobbiamo saper distinguere l’alba dal tramonto; perché è vero per fortuna, essi si alterneranno sempre e per sempre e non ci faranno pesare la troppa luce o il troppo buio. 

Perciò, arrivederci 2017: un anno colmo di buio pesto e pieno di  luce improvvisa.  Io lo ricorderò, per sempre, in questo modo:

“Voglio ricordarti così, sempre combattente e combattiva. Pronta a vedere il bicchiere mezzo pieno. Sempre con una parola buona per tutti. Sempre con le mani piene di belle cose da regalare. Amante della vita. Della cultura. Dell’amore. Dei piccoli cocci che piacciono un casino anche a  me. E delle grandi opere d’arte.Saremo sicuramente più soli ora senza di te, ma sono certa che vivrai in ogni arto del mio corpo, in ogni pensiero lieve che uscirà dalla mia testa, nella passione che metterò in ogni cosa che farò.
Perché come l’ALBA DALLE DITA ROSA che hai tanto amato, tu sorgerai ogni mattina e sarai la stella luminosa del nostro cammino.

Ti dedico ogni nostalgia, ogni nota leggera, ogni ricordo insieme. Nulla potrà mai scalfire la forza e la potenza dei ricordi che ci ha legati.

 “ERAVAMO ACQUATICI CORPI FLESSIBILI”. ZUPPI DI SOGNI E DI MALINCONIA”. Tu, solo Tu, Mamma.

“I legami che ci vincolano a volte sono impossibili da spiegare. Ci uniscono anche quando sembra che si debbano spezzare.  Certi legami sfidano le distanze, il tempo e la logica perché ci sono legami che sono semplicemente destinati ad esistere”. Tu ed io, camminando insieme verso un’unica meta.  Dopo infinite salite, finalmente, la discesa.

“Quanto Amore siamo capaci di provare in tutta la nostra vita? La risposta l’ho solo conosciuta adesso. Prima di questo momento non pensavo esistesse un’emozione tanto grande e tale da non poter essere contenuta nell’organo più prezioso del nostro corpo, il cuore. Eh sì. Perché la gioia è così profonda che invade viralmente ogni angolo del nostro organismo.Ogni pezzetto di pelle che riveste il nostro corpo, facendoci dimenticare ogni preoccupazione. Allontanando il timore del dolore fisico. Rendendo la paura un vecchio ricordo. Aprendo il cuore ad una gioia tale da sentirci rinate anche noi, insieme ai nostri compagni una seconda volta. Come è successo a noi con un piccolo principe da coccolare e da accudire”.

Riguardando queste foto, avverto ancora tutto l’amore provato, la tristezza della mancanza e l’ansia, la gioia, lo stupore che una nascita porta dietro di sé. Trascina via ogni tristezza, ogni malinconia e irradia luce: la stessa che penetra la mattina alle 06:00 dalle tende bianco latte insieme ai primi raggi di sole tiepido che avvolgono la stanza.  E la certezza che da quel momento in poi nulla sarà più come prima: la vita avrà un sapore ancora più bello.

Arrivederci 2017.

 

 

More from Mariangiola

TULLE NOIR MON AMOUR

Tu prendi un raggio di sole. Anzi una concentrazione di caldi raggi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *